Playstation Network (PSN) Outage , aggiornamento 9 Maggio 2011. Sony ipotizza una taglia sui cracker

Il blackout del PSN , che ormai dura da più di 20 giorni, continua senza nessuna data ufficiale sull’effettivo ripristino del servizio. Nonostante l’avviso di Sony del restart del PSN entro la settimana ormai passata il Playstation Network rimane ancora offline e comincia a emergere l’amara possibilità che il PSN ritorni online entro la fine di Maggio. :O Sembra un film comico di fantascienza, eppure non lo è.

Come abbiamo letto Gene Spafford aveva teorizzato che l’attacco era stato possibile grazie alle piattaforme non aggiornate di Sony. Sony ora risponde che “Le precedenti reti di Sony Network Entertainment International e Sony Online Entertainment usavano serverche erano stati patchati e aggiornati recentemente, e avevano diverse misure di sicurezza attive, inclusi i firewall” come afferma Patrick Seybold responsabile per le comunicazioni Sony. Come si legge dall’articolo nella rete Sony composta da 130 server e 50software diversi , il giorno dell’attacco il 19 Aprile sono stati messi offline quattro server per capire cosa stesse succedendo. Successivamente il giorno dopo hanno capito che erano stati attaccati anche altri sei server, purtroppo poi il resto è noto..

Nonostante la promessa del ripristino del PSN nella ormai scorsa settimana Sony afferma

“Abbiamo iniziato il processo di ripristino del servizio testando internamente il nuovo sistema. Stiamo ancora lavorando per confermare la sicurezza dell’infrastruttura di rete, e lavorando con diverse aziende esterne per testare con loro la tenuta del sistema. Verificare questo aspetto è vitale per il processo di ripristino. Sono necessari ancora dei controlli aggiuntivi dell’intera infrastruttura e dobbiamo completare questo processo prima di riportare i sistemi online”.

“Come abbiamo dichiarato, le nostre priorità principali sono la sicurezza della rete e quella dei vostri dati. Non ripristineremo i servizi fino a quando non potremo testare la forza del sistema su questi aspetti“.

“Quando abbiamo tenuto la conferenza stampa in Giappone la scorsa settimana, basandoci su quanto sapevamo, ci aspettavamo di riportare i servizi online entro una settimana. Eravamo ignari della portata dell’attacco ai server di Sony Online Entertainment e abbiamo preso questa opportunità per condurre ulteriori test su un sistema incredibilmente complesso”.

Inoltre nella bufera del PSN gate Sony sta prendendo in considerazione la possibilità di piazzare una taglia sui cyber criminali offrendo una ricompensa a coloro che forniranno informazioni utili all’arresto dei cracker che l’hanno attaccata.

Sony per cercare di calmare le acque afferma nel blog ufficiale italiano

Negli Stati Uniti stiamo offrendo a tutti gli utenti PSN un anno di accesso gratuito a un programma di protezione dell’identità. Posso assicurarvi che nei territori SCEE, stiamo lavorando duramente per offrirvi qualcosa di molto simile. Come capita spesso qui, visto che la nostra regione comprende così tante nazioni, si tratta di un obiettivo difficile da conseguire, ma siamo prossimi a raggiungerlo. Vi preghiamo di tenere d’occhio il blog dato che speriamo di essere in grado di annunciare qualcosa in merito a breve

Come si può leggere  qui è previsto negli USA un programma di protezione dell’identità, in particolare

Un anno di assicurazione gratuita con un massimale pari a un milione di euro, questo è quanto promesso da Sony a seguito dell’attacco hacker che è riuscito a rubare le identità. La polizza servirà per coprire eventuali spese legali, costi di tutela della propria identità, e danni diretti subiti da potenziali

Rimanete sintonizzati su queste pagine per ulteriori aggiornamenti.

8 Risposte to “Playstation Network (PSN) Outage , aggiornamento 9 Maggio 2011. Sony ipotizza una taglia sui cracker”

  1. ivan sedita Says:

    non potete rintracciare gli hacker prendendo il loro indirizzo IP ??

    • ptrac3 Says:

      Ho cancellato i tuoi altri due commenti perché uguali🙂 La questione riguardante gli IP è molto complessa..In teoria anche in un sofisticato attacco se le piattaforme attaccate sono dotate di logger (programmi che registrano le attività tra cui i collegamenti esterni) l’indirizzo o gli indirzzi ip dell’attaccante vengono memorizzate. Purtroppo però le speculazioni sono impossibili perché non sappiamo e mai sapremo i dettagli tecnici dell’attacco, magari anche i logger e le informazioni contenute potrebbero essere state cancellate/modificate. A parte le mie argomentazioni arzigogolate anche avendo l’indirizzo IP putroppo non è detto che sia sempre possibile risalire all’attaccante. Ora supponendo che l’attacco sia avvenuto da un normale PC è possibile fare in modo che rintracciare l’autore sia matematicamente impossibile. Basta avere un netbook, scollegare l’hard disk (per evitare tracce) , avviare un distro GNU/Linux, cambiare MAC della scheda wireless e trovare un punto di accesso WIfi libero, a questo punto magari collegarsi alla rete TOR..A meno che non si venga ripresi da una telecamere mentre si esegue l’attacco il masismo che le forze dell’ordine potranno fare è quello di rintracciare la prima origine dell’attacco che in questo caso comunque non porterebbe all’identità del cracker. In parole povere: se l’attacco è stato fatto da persone intelligenti sarà molto difficile se non impossibile il rintracciamento anche perché basta saper usare degli IP che magari si sa appartengono a zone geografiche dove è più difficile la collaborazione con la polizia straniera, insomma una cosa difficile! Secondo me indagini come queste oltre che il lato tecnico dovranno prendere in considerazione molti altri fattori per prendere i colpevoli..Comunque in futuro pubblicherò un articolo in merito😉 ps:spero di essermi saputo spiegare e di aver in parte risposto alla tua domanda

  2. adri-ragusa Says:

    facci sapere qnd si sapra la data di riapertura del psn

  3. ptrac3 Says:

    certamente! grazie per seguire il mio blog!🙂

  4. cinefobie Says:

    E’ assurdo. Stiamo parlando della Sony, mica dell’azienda sotto casa…

  5. ptrac3 Says:

    Da fedele utente Sony sono rimasto e rimango tutt’ora più che meravigliato, negatvamente, dell’attuale situazione del PSN che rimane ancora sbloccata. Non sono mai stato un grande utente del PSN ma nella mia mente per un servizio come quello, gia 24 ore completamente offline erano tante figuriamoci un mese intero! Senza parole. Speriamo che la credibilità Sony non crolli del tutto, magari un bel cambio di dirigenza ai piani alti aiuterebbe..

  6. adri-ragusa Says:

    ho sentito ke il psn sarà presto online tra qualche ora o qualche giorno

  7. ptrac3 Says:

    si affermativo perché lo dice Sony. La sicurezza è l’aggiornamento al FW 3.61 per il resto dovremo aspettare la giornata di oggi..Dai un’occhiata a questo articolo https://untrust3d.wordpress.com/2011/05/15/psn-outage-aggiornamento-15-maggio-ore-11-playstation-network-in-riavvio/😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: